Cosa sono i marketplace

Disparate sono le vie per fare affari su Internet. Con un buon uso, la tua azienda, piccola o grande che sia, potrebbe migliorare sensibilmente i ricavi.

Di certo ti sei posto il solito problema (comune ai neofiti o a chi non ama particolarmente i mezzi moderni), prima di inoltrarti nella “giungla” del web: come aumentare le vendite su Internet? Ne sarò in grado? Giga.it, oltre a soccorrerti nei tuoi primi insicuri passi (tra domini e grafiche), in tal senso può fornirti tutte le indicazioni di cui hai bisogno sul piano pratico, mediante pannelli intuitivi e sistemi automatici che ti aiutano a orientarti immediatamente. Perché un conto è andare per tentativi, un altro avere cognizione delle svariate possibilità che offre la rete e saperle scegliere e gestire con oculatezza. Dunque, facciamo una panoramica sul cosiddetto marketplace, che ti permetterà di implementare il tuo commercio attraverso la comunità virtuale formata dai tuoi contatti.

A proposito dell’article marketing

Se non sei del tutto inesperto dei meccanismi del web lo sai già: gli articoli che pubblichi per promuovere i tuoi prodotti o i tuoi servizi sono l’anima del tuo sito, parlano di te e del tuo modus operandi. Va da sé che devi curarli particolarmente, ma è necessario anche farli circolare!

Tramite appositi strumenti e secondo specifiche regole (per esempio, una lunghezza non inferiore alla 250 parole), con il sistema di AutoPress è possibile renderli visibili addirittura su un paio di centinaia di siti (o meno, anche solo una trentina; dipende dal pacchetto che ti interessa, quantomeno per iniziare), d’argomento generale – per agire “a tutto campo” – o inerenti al tuo specifico settore, per puntare da subito a una clientela selezionata.

Uno sguardo su un altro valido metodo

Le e-mail, nonostante i capillari progressi nel mondo della comunicazione, mantengono un invidiabile primato fra gli utenti, che le aprono soprattutto se l’oggetto è promettente. Anche in questo caso puoi raggiungere migliaia di clienti, tra privati e società del tuo ramo, grazie all’acquisto di offerte di varia misura. Valuta tu in base alla tua disponibilità e alle esigenze del momento.

Ma ci sono altre strade

Ulteriore risorsa (sempre proporzionata alla spesa che decidi di effettuare) sono le visite organiche, provenienti da Google (ovviamente è possibile allargarsi sugli altri motori di ricerca, a livello nazionale, europeo o extra-europeo) e veicolate da apposite keywords, da concordare con serietà pensando all’ambito nel quale si opera.

Inoltre, esistono opzioni “turbo” (per garantire parecchie visite in forma di pop-up, ancora una volta nella misura che preferisci) e altre riguardanti l’incremento di fans reali su Facebook (con relativi likes e condivisioni), YouTube e Instagram, nonché i followers di Twitter, distinguendo nuovamente tra utenza italiana e, all’occorrenza, straniera.

La branca pubblicitaria

Non sottovalutare la “potenza” multidirezionale insita nei cari vecchi banner pubblicitari. Se hai l’opportuna accortezza di costruirli secondo le misure standard richieste, questi possono venire aperti da moltissimi potenziali clienti. Pure in tale frangente puoi selezionare un’offerta consona alle tue mire (ce ne sono da 50.000 esposizioni fino a dieci volte tanto) e notare quale effetto ha sui tuoi introiti.

Specificazioni importanti

Si parla sempre e comunque di un “pubblico” vero, reperito inserendo i dati sulle caratteristiche del tuo website inoltrati da te. Dunque, aderisce chi risponde a determinate caratteristiche e ha il profilo giusto per incuriosirsi ed eventualmente comprare. In più, tornando ai social networks, hai modo di accrescere le iscrizioni o, una volta acquisite queste, i “mi piace” o quel che corrisponde.

Gli strumenti per capire quanto funziona

Fra le generalità che ti sono richieste di volta in volta, c’è un tuo indirizzo di posta elettronica, sì da ricevere gli aggiornamenti sull’andamento del traffico relativo alle tue pagine telematiche. Ti si consiglia anche di ricorrere a Google Analytics: se lo installi, controlli da te lo status dell’interesse che riscuoti, cos’è che suscita maggiore attenzione e quali sono le aree in cui puoi far meglio.

I vantaggi aggiuntivi

Fra pannelli, plugin, rapporti, sono davvero tantissimi i supporti che ti sono messi a disposizione per correggere il tiro. Anche se ti rivolgi verso le soluzioni più contenute e se in seguito trovi la formula su come aumentare le vendite su Internet a te congeniale, puoi sempre puntare più in alto e andare allo step successivo.

Avevi già qualche rudimento sul marketplace?

Lascia un commento