E-Mule

E-Mule

Che sia legale o illegale, che sia consigliato o no usufruirne non spetta a noi stabilirlo. L’unica cosa certa però che possiamo dire è che di determinati programmi se ne dovrebbe fare un uso saggio (usare il condizionale è d’obbligo).

Stiamo parlando di eMule, software nato nel lontano 2002, per volere e inventiva di tale Merkur che, assolutamente insoddisfatto di eDonkey2000, decise di dar vita al ‘Mulo’ rendendolo nell’arco di qualche tempo il programma peer to peer di file sharing più importante e famoso al mondo.

Premesso che gli aggiornamenti di eMule non sono costanti si può tranquillamente dire che all’interno dello stesso si possono trovare migliaia e migliaia file di qualsivoglia natura.

Ipoteticamente parlando basterebbe scaricare l’applicazione e installarla ma per farla rendere al meglio è consigliata una configurazione modem per sbloccare le porte TCP e UDP.

Configurazione Modem

Per rendere eMule quanto mai veloce e reattivo nel download dei file bisogna semplicemente prendere due accorgimenti. Il primo è quello di vedere, tramite le impostazioni del firewall, se all’applicazione è consentito il regolare accesso ad internet.

Nel secondo caso, invece, bisogna verificare le impostazioni del modem. Per farlo bisogna accedere all’interno del router e quivi bisogna, tramite i virtual server, impostare le porte TCP e UDP del programma stesso.
Per poterlo fare necessita inserire il numero 4662 (sia di entrata che di uscita) per le porte TCP e 4672 per le porte UDP. Non va dimenticato, ovviamente, di impostare l’indirizzo IP di destinazione: in poche parole va inserito il vostro indirizzo IP (meglio se statico perché se dinamico bisogna andare a modificare le impostazioni a ogni riavvio del PC).

Il possibile uso sbagliato

La creazione di eMule è sicuramente un bene per i nostri tempi. Purtroppo, però, come ogni cosa ha un suo risvolto molto e sottolineiamo molto negativo. Capita, ahimè, che nel tentativo di scaricare un video musicale o un’immagine di assistere alla visione di materiale pedo-pornografico che sicuramente non fa mai piacere.
Le mele marce ci sono in ogni dove, figuriamoci in un mondo così vasto come quello di internet. La tecnologia ha sicuramente reso le nostre vite migliori e più semplici ma basta poco per scadere nell’orrido e nell’osceno: bisognerebbe, in questi casi così come in altri, porre maggiore attenzione perché ad aprire quei file possiamo essere noi, gente adulta, ma potrebbero essere anche i nostri figli …attenzione.

 

Category: Senza categoria

Lascia un commento